ECCELLENZA | Pari amaro contro il Giffoni Sei Casali, ma direzione di gara disastrosa.

Finisce in parità la sfida del San Martino, tra rimpianti e recriminazioni, per un ennesimo operato arbitrale a dire poco sconvolgente.

La gara si accende subito, grazie alla rete del vantaggio firmata da Celia: destro meraviglioso, ed imprendibile, che si insacca all’incrocio dei pari.

I biancazzurri sembrano avere la via spianata, ma con il passare dei minuti gli ospiti guadagnano campo con una pressione costante, senza peró riuscire mai ad essere pericolosi.

Poco dopo la mezzora l’episodio che cambia la gara: cross dalla sinistra, Cirelli non riesce ad indirizzarla, ma la palla colpita di testa sbatte addosso a Matrone, che aveva le braccia attaccate al corpo ed era a 10 centimetri dall’avversario, ma per il direttore di gara, fatto arrivare direttamente da Udine, è calcio di rigore.

Signorelli non ha difficoltà a trovare il pari dal dischetto, rimettendo così tutto il equilibrio.

A pochi minuti dal termine, peró, è Cappiello ad avere la grande chance, ma il suo destro è troppo addosso al portiere, e spreca l’occasione.

Nella ripresa la gara diventa più tattica, ma con il passare dei minuti sono sempre i padroni di casa a trovare più facilmente la via della porta.

Ci prova prima Serretiello, ma il suo sinistro non trova spazio, poi ancora Cappiello, che questa volta da un metro non riesce a ribadire in rete un calcio di punizione di Martinelli.

Ma il vero protagonista diventa il direttore di gara, con un metro di giudizio non equo, quando per gli stessi falli ammonisce i locali ma non gli ospiti, ed è proprio su una mancata ammonizione che Arzeo riesce a terminare la gara.

Il finale diventa un vero e proprio forcing, ma ne Caputo, ne Tagliamonte, riescono a regalare il gol vittoria.

Tutto sommato un buon pari, contro una squadra forte e che viaggia spedita, ma per l’ennesima settimana si deve fare i conti con una direzione di gara pessima.

Adesso peró bisogna azzerare, e cercare di lavorare in vista della difficile trasferta di Buccino.

condividi articolo

Facebook
Twitter
LinkedIn
Telegram
WhatsApp
Email
altre news